32ma edizione della Dieci Colli con PISSEI

E’ stata presentata oggi, nella Sala Tassinari del Comune di Bologna, la 32ma edizione della Dieci Colli-GP Assicoop, la granfondo cicloamatoriale in cartellone il prossimo 1° maggio.

La maglia ufficiale delle premiazioni è griffata PISSEI.

maglia2016L’appuntamento con la creatura del Circolo Dozza si preannuncia ricco di novità, a partire dal ritorno a Bologna, dopo cinque anni in cui il centro della manifestazione era diventato l’Unipol Arena, per continuare con l’arrivo che sarà allestito in uno dei punti più caratteristici della città, di fronte alla basilica di San Luca, sul Colle della Guardia. A portare l’ennesima notizia, a proposito del Villaggio Dieci Colli, teatro delle premiazioni e del pasta party, e punto di ritrovo dei partecipanti, è stato Luca Rizzo Nervo, assessore allo Sport del Comune di Bologna.

 

“Abbiamo appena chiuso l’accordo con il Bologna – ha esordito l’assessore – e posso annunciare che il Villaggio sarà allestito all’interno della struttura dello stadio Dall’Ara, nella zona di via Menabue, Questo aggiungerà fascino a un evento che è entrato nel cuore degli sportivi bolognesi, oltre a quello già assicurato dall’arrivo a San Luca, un’idea degli amici del Circolo particolarmente felice, il miglior modo per riportare a Bologna una grande classica”.

 

“La Dieci Colli muove migliaia di appassionati – ha aggiunto Matteo Lepore, assessore a Economia e promozione della Città e al Turismo -, insieme alle loro famiglie, che arrivano da ogni parte d’Italia. Dunque, è un’occasione unica per promuovere l’immagine di Bologna all’esterno. Siamo felici di poter lavorare insieme, e la speranza è di poterlo fare a lungo, per fare di questa grande corsa uno dei simboli della nostra città, non solo dal punto di vista sportivo”.

 

“Mi sento di ringraziare tutti coloro che credono nella nostra manifestazione”, ha ricordato Davide Capelli, presidente del Circolo Dozza. “Quelli che sono qui oggi, gli amici sponsor che ci sostengono, i ciclisti che la scelgono, i quasi 400 volontari che mettono in sicurezza un percorso lungo e impegnativo, che ogni anno cerchiamo di rendere attraente e suggestivo, oltre che tecnicamente interessante. E naturalmente Tper, la nostra casa madre, che sostiene e valorizza il nostro progetto”.

 

“Crediamo in questa idea”, ha affermato Augusto Lenzi, direttore commerciale di Assicoop, presente in sala insieme a Renato Villalta“Per questo siamo ancora qui e intendiamo restarci. E’ un progetto che, attraverso lo sport, valorizza il territorio della Città metropolitana, e merita tutto il nostro sostegno”.

 

In sala anche Roberto Morgantini: saranno infatti le Cucine Popolari a occuparsi della cena della vigilia, nell’ambito di “Aspettando la Dieci Colli”, kermesse musicale con band costituite, almeno in parte, da dipendenti Tper. Quello tra Circolo Dozza e Cucine Popolari è un legame nuovo di zecca, che nasce proprio in occasione della 32ma Dieci Colli.

 

Confermato l’appuntamento con “Pedalare con Gusto”, raduno enogastronomico organizzato in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna, la Lega Ciclismo Uisp e la Strada dei Vini e dei Sapori “Città Castelli Ciliegi”, giunto ormai alla decima edizione, che andrà in scena sempre il 1° maggio, a margine della manifestazione principale, e porterà centinaia di cicloturisti a scoprire le bellezze e le bontà del territorio, attraverso una serie di “pit stop” nei Punti del Gusto: Villa Garagnani a Zola Predosa, Villa Nicolaj a Calcara, la Rocca dei Bentivoglio a Bazzano.

 

Al Villaggio Dieci Colli saranno novità assolute le presenze di Decathlon, che fornirà l’assistenza meccanica ai concorrenti, e di Ausl Bologna con il progetto “Datti una Mossa”: al villaggio sarà presente una bici elettrica con defibrillatore, e saranno effettuate prove gratuite di pressione e glicemia.

 

A chiudere la conferenza, la cerimonia di premiazione della seconda edizione del “Premio Giacomo Venturi”, alla memoria del vicepresidente della Provincia di Bologna, grande amico del Circolo Dozza che si è speso profondamente per questa manifestazione. Il riconoscimento è andato ai sindaci dei Comuni della Città metropolitana attraversati dalla grande corsa: Virginio Merola(Bologna), Massimo Bosso (Casalecchio di Reno), Stefano Fiorini (Zola Predosa), Stefano Rizzoli (Monte San Pietro), Daniele Ruscigno (Valsamoggia), Salvatore Argentieri (Castel d’Aiano), Elena Torri (Lizzano in Belvedere), Maria Elisabetta Tanari (Gaggio Montano), Massimo Gnudi (Vergato) e Stefano Mazzetti (Sasso Marconi).

 

Quanto alla grande corsa, sono dodici i comuni attraversati dalla granfondo, il cui percorso lungo si snoda per 174 chilometri attraverso la collina bolognese: oltre a Bologna sono convolti Casalecchio di Reno, Zola Predosa, Monte San Pietro, Valsamoggia, Vergato, Zocca, Castel d’Aiano, Montese, Lizzano in Belvedere, Gaggio Montano, Sasso Marconi, e la corsa raggiungerà il passo Brasa, il passo della Masera, sfiorando il Corno alle Scale, per poi ridiscendere verso Bologna e da via di Casaglia affrontare lo strappo finale verso il traguardo, posto a pochi pass dal Santuario di San Luca, sul Colle della Guardia.

 

Ad oggi, già 1500 appassionati hanno dato la loro adesione all’edizione 2016. Le iscrizioni alla grande classica resteranno aperte (online su www.diecicolli.it e nella sede del Circolo Dozza, in via san Felice 11/E) fino a mercoledì 27 aprile. Le quote sono di 35 euro per gli uomini e 30 per le donne. A tutti gli iscritti saranno consegnati, oltre al pacco gara, buoni per un valore complessivo di 30 euro offerti dall’ipermercato Conad del Centro Commerciale Via Larga.

 

UFFICIO STAMPA “DIECI COLLI” – Marco Tarozzi